SCARPA STEFANO

Professore Associato 
Settore scientifico disciplinare di riferimento METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE (M-EDF/01)
Ateneo Universita telematica "Giustino Fortunato" - Benevento 
Struttura di afferenza

Orari di ricevimento

Il martedì dalle 15 alle 18 su appuntamento fissato telefonicamente o via Email. s.scarpa@unifortunato.eu motricita@gmail.com

Curriculum

Stefano Scarpa

Venezia 05.02.1981

s.scarpa@unifortunato.eu

Ph.D in Scienze Pedagogiche, dell’Educazione e della Formazione presso l’Università degli Studi di Padova, Professore Associato a tempo definito nel settore 11/D2 e SSD M-EDF/01 presso l’Università degli Studi "Giustino Fortunato" di Benevento, è titolare degli insegnamenti di: Metodologia e didattica delle attività motorie, Metodologia e didattica delle attività sportive, Attività sportive adattate per l’integrazione sociale. Nella medesima Università è membro delle Commissioni Ricerca e Terza Missione di Ateneo e del Gruppo Assicurazione della Qualità per il Corso di Laurea in Scienze dell’educazione. Ricerche scientifiche e interessi culturali Direttore della collana di Ricerche Educative e Scienze Motorie (RESM), le sue ricerche scientifiche, oltre ad esplorare i riferimenti teoretici e gli sviluppi applicativi delle scienze motorie, spaziano da riflessioni specifiche sul ruolo del corpo nei percorsi formativi e di apprendimento; dalle modalità didattiche di formazione degli educatori, degli insegnanti, dei genitori e dei bambini; dall’educazione alla motricità nei servizi per la prima infanzia – anche con riferimento alle disabilità e alle differenze di genere – per giungere allo studio della filosofia dello sport e del ruolo della motricità nella Philosophy for Children. Negli ultimi anni si è occupato principalmente di didattica e ricerca educativa nell’ambito delle scienze della motricità. Le sue ricerche si sono focalizzate inoltre sulla pedagogia speciale dello sport, sulla psicologia del sé corporeo nell’adolescenza e nella disabilità, sulla prevenzione del bullismo e della vittimizzazione tra pari, sull’inclusione di persone con disagio di diversa eziologia, infine sulla filosofia dello sport (ambito che vorrebbe fosse ‘istituzionalizzato’, come avviene in quasi tutti i paesi occidentali). In questi ambiti investigativi è autore di circa 100 prodotti di ricerca tra volumi, saggi, curatele, articoli scientifici su riviste nazionali e internazionali (con peer review e impact factor), proceedings di convegni nazionali e internazionali. Tra le ultime principali pubblicazioni: (2019) Filosofia fenomenologica e scienze motorie. (Saggio monografico). Roma: Tab Edizioni. (2019) Appunti per una pedagogia fenomenologica della ‘bewusste Bewegung des Leibes’. FORMAZIONE & INSEGNAMENTO: Rivista internazionale di Scienze dell'educazione e della formazione (classe A). Volume 17. Numero1. Pagine181-194 . (2019) Esperienze motorie, sportive e disabilità (con Carmen Palumbo e Antinea Ambretti). ITALIAN JOURNAL OF SPECIAL EDUCATION FOR INCLUSION (classe A). Volume 7. Numero 1. Pagine 217-232. (2019) “PlaYdis”: un nuovo strumento per l’individuazione precoce dei disturbi specifici di apprendimento (con Vincenzo Biancalana, Cristiana Lucchetti, Alessandra Nart). GIORNALE ITALIANO DEI DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO. (classe A). Volume 5.Pagine 61-68. (2018). Educazione motoria da zero a sei anni. Proposte pedagogiche per gli agenti educativi. Roma: Edizioni QUAPEG. (2018). Effects of continuous exercise training at aerobic threshold on ventilation inefficiency in chronic heart failure. Journal of Health Education and Care. 3:1. (2018). Mechanical, molecular myofibrillar and proteomic modifications in muscle aging: A pilot study (con Ivan Martellato). Biomedical Journal of Scientific & Technical Research. 3:4. (2017). La progettazione educativa nei servizi per l’infanzia. Report di un progetto di ricerca per la formazione degli educatori e dei genitori nella promozione di stili di vita attivi nei bambini 0-6. Padova: Edizioni Libreria Progetto. (2017). Physical self-concept in athletes with congenital versus acquired disabilities. The Italian Journal of Sports Pedagogy. 2:4. (2017). Maximum strength estimate of quadriceps and brachial biceps muscles in patients with chronic heart disease. Journal of Community Medicine & Health Education. 7:5. (2016). Il peso di essere pesanti. Influenze di obesità e bullismo nella costruzione del sé fisico e dell'immagine corporea nell'età evolutiva. Padova: CLEUP. (2016). Attività motoria e orientamento motivazionale nell’esperienza filosofica con i bambini. Un ruolo innovativo per il facilitatore nel curricolo della P4C. Padova: Edizioni Libreria Progetto. (2016). Differenze di genere nel costrutto multidimensionale e gerarchico del sé corporeo in atleti con disabilità motoria. Padova: CLEUP. Esperienze e i titoli Il prof. Stefano Scarpa è laureato in Scienze motorie con indirizzo preventivo e compensativo (quadriennale, voto 110 e lode) e in Scienze e tecniche dell’attività motoria preventiva e adattata (magistrale, voto 110 e lode), dottore di ricerca in Scienze Pedagogiche, dell’Educazione e della Formazione (giudizio ‘eccellente’) presso l’Università degli Studi di Padova. È stato titolare degli insegnamenti di: Integrazione delle persone con disabilità nelle attività motorie; Teoria, tecnica e didattica delle attività motorie per l’età evolutiva; Attività motoria adattata per bambini affetti da patologie croniche; Educazione al corpo e al movimento. Ha svolto attività di docenza presso: il Master in Disabilità ed educazione inclusiva nelle istituzioni e nel territorio; il Corso di Perfezionamento in Philosophy for children e la Scuola di Dottorato in Scienze pedagogiche, dell’educazione e della formazione sempre presso l’Università degli Studi di Padova. È stato per due anni tutor della laurea magistrale in Scienze umane e pedagogiche (Padova, 2012-2014) e per un anno tutor online del corso di Pedagogia generale (2018, Università Ca’ Foscari di Venezia). Nel 2013 è stato Vistiting Professor in Argentina presso “La Universidad Nacional de La Plata, Facultad de Humanitas y Ciencias de la Educacion”. Infine ha ricoperto il ruolo di relatore di tesi di laurea triennali e magistrali – nel corso di tutti i 10 anni di insegnamento - con risultati eccelenti (molti studenti accompagnati alla tesi hanno ottenuto un punteggio di 8 su 8 nella discussione della tesi e un voto finale pari a 110 e lode). Attività in ambito clinico Ha svolto attività in ambito clinico, certificata da contratti pluriennali di tipo coordinato e continuativo con: la medicina dello sport dell’Ospedale di Noale (VE); con il reparto di Alcologia del Fatebenefratelli di Venezia; con la medicina dello sport dell’ULSS 9 di Treviso, progettando e sviluppando sia attività scientifiche che di promozione della salute e di stili di vita attivi nel territorio, all’interno del progetto europeo Gaining Health. Tra le ricerche sviluppate in ambito clinico: “Effetti dell’esercizio fisico aerobico sul rapporto VE/VC02 in pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico”; “Stima della forza massima del quadricipite femorale e del bicipite brachiale in differenti patologie cardiovascolari”. Con il suo gruppo di ricerca sta ora sviluppando protocolli e sperimentazioni in merito: a nuove tecniche per l’analisi della proteomica muscolare, focalizzati soprattutto alla comprensione e prevenzione dell’aging muscolare; alla comprensione del DNA attraverso il prelievo e l’analisi del tampone salivare, in un’ottica di prevenzione della salute basata sull’identificazione ed interpretazioni dei vari polimorfismi. Progetti di ricerca e ruoli nella comunità scientifica Il prof. Scarpa ha partecipato a molteplici progetti di ricerca universitari (Ateneo/ex 60% /ORSA e PRIN): Progetto di ricerca Ateneo (ex 60%) 2010, coordinato dal prof. Attilio Carraro: Immagine corporea e percezione del sé fisico: prospettive cliniche ed educative; Programma di ricerca PRIN 2009 (decorrenza: 17/10/2011), responsabile scientifico prof. Claudio Robazza, coordinatore scientifico prof. Attilio Carraro: Le determinanti dell’attività fisica e sportiva in bambini e adolescenti: il ruolo degli atteggiamenti e dei comportamenti di genitori e insegnanti di educazione fisica nella promozione di corretti stili di vita; Progetto di ricerca Ateneo (ex 60%) 2012, coordinato dalla prof.ssa Valentina Grion: La valutazione della qualità delle scuole: punti di vista di insegnanti e studenti; Progetto di ricerca Ateneo (ex 60%) 2013, coordinato dalla prof.ssa Valentina Grion: La valutazione della scuola in prospettiva Student Voice: ricerca internazionale ed esperienze emergenti in Italia; Progetto di ricerca Ateneo ORSA 2017, coordinato dalla prof.ssa Carmen Palumbo: La danza educativa: utilizzare il movimento creativo per facilitare l’accesso ai saperi e favorire i processi di inclusione nella scuola primaria; Titolare dell’assegno senior: Educare alla motricità da 0 a 6 anni. Nuove prospettive di ricerca per la promozione di stili di vita attivi nella civiltà tecnologica, presso l’Università degli Studi di Padova (2012-2014). Attualmente svolge attività di consulenza scientifica in qualità di referee invitato per la peer review di articoli scientifici presso riviste internazionali con impact factor e/o di Classe A per il SC 11/D2. È stato inoltre relatore invitato a convegni e organizzatore di convegni. Tra i più rilevanti: relatore invitato al simposio intitolato “Lidentità smarrita. Percorsi e interrogativi sull’identità personale”, tenutosi presso il Centro Studi Jacques Maritain di Portogruaro (aprile 2011); e ha organizzato un convegno in memoria del ‘Maestro’ Gino Bellagamba, tenutosi presso l’Aula Ippolito Nievo del Palazzo del Bo di Padova: “La prospettiva pedagogica nelle scienze della motricità”(novembre 2011). Recentemente è stato invitato come relatore al convegno/evento: “Dare il meglio di sè. Presentazione del documento sulla prospettiva cristiana dello sport e della persona umana del Dicastero per i Laici, della Famiglia e della vita della S. Sede” che si terrà a Benevento il 25.10.2018 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi "Giustino Fortunato", all’interno del quale offrirà un contributo al commento del documento in chiave educativa. Partecipa attivamente ai seguenti comitati editoriali e gruppi di ricerca nazionali internazionali : Direttore della collana di Ricerca Educativa nelle Scienze Motorie (RESM), dal 2012 ad oggi; Vicedirettore e Coordinatore del Corso di Perfezionamento Educare alla motricità da 0 a 6 anni (2012), Università di Padova; Membro del comitato editoriale di “Qwerty - Open and Interdisciplinary Journal of Technology, Culture and Education”; Membro del comitato editoriale US-Cina Education Review; Membro del comitato editoriale e dell’ufficio editoriale della Rivista Italiana di Pedagogia dello Sport e dell’International Journal of Sports Humanities (expertise area: Physical and Sport Education for the Childhood), cordinatore referente prof. Isidori del “Foro Italico” di Roma; Partecipa al gruppo scientifico IJSH per il quale l’Universidad de Murcia attesta che il prof. Scarpa ha sviluppato un livello eccellente di expertise nell’area “Educazione fisica e sportiva nell’infanzia”; Membro attivo del Centro Internazionale di Studi per la ricerca educative e la formazione avanzata (CISRE); Membro e ricercatore attivo dell’International Group on Education, Body, and Values. Premi 2006: Vincitore del premio “Walter Saetta” assegnato dal Panathlon International per la realizzazione di una ricerca in ambito clinico con pazienti cardiopatici. 2009: Vincitore del “Best Poster Award” presso il congresso internazionale Determinants of children lifestyles, tenutosi in Florida (23-26 settembre). 2012: Riconoscimento della sua attività scientifica attraverso una rassegna stampa pubblicata da “Ammons Scientific” per l’originalità e l’incidenza nella comunità scientifica di una sua ricerca internazionale in merito alla vittimizzazione tra pari. 2013: Vincitore del bando “Giovani Studiosi” che assegna una borsa di studio biennale e fondi di ricerca personali (10 mila euro) per sostenere progetti di ricerca di livello eccellente.